Pensiamo al Portogallo e subito vengono in mente Baccalà, Pasteis de Nata e Pollo Piri Piri. Sono tre cose indissolubili dall’immagine del paese, anche se in realtà il Piri Piri ha origini Africane e deve il nome al terribile peperoncino omonimo. Furono i navigatori Portoghesi a portare poi la ricetta…e il peperoncino ovviamente…nella madrepatria di ritorno dai loro viaggi, e così ebbe origine un piatto destinato ad entrare di diritto nella cucina Lusitana fino a perdere il ricordo delle sue origini. Si tratta di una ricetta molto semplice, con il pollo intero, pulito e aperto, fatto marinare a lungo con le spezie e poi cotto sulla griglia. Attenzione alla piccantezza però, di solito non te lo aspetti e rimani brasato…uomo avvisato…

Ingredienti: aglio (anidride solforosa), peperoncino Bird’s Eye, cipolla (anidride solforosa- antiagglomerante E470 stearato di calcio 1,5%), pepe nero, cumino, timo, paprika dolce, origano

COME FARE IL POLLO PIRI PIRI

Ricetta velocissima o molto molto semplice, vi organizzerete in un attimo. Prendete un pollo intero, aperto, pulito e tassativamente con la pelle. Preparate una salsa con il misto di spezie, la quantità ovviamente dipende da quanto volete piccante il risultato finale, olio extravergine e succo di limone…qualcuno mette anche aceto…se vi piace perchè no? Massaggiate il pollo con l’intingolo e lasciatelo marinare un paio d’ore…e poi via sulla griglia, ben aperto in modo che si cuoccia in modo uniforme…e il gioco è fatto…

grammatura

50g, 100g