Un classico delle feste, la miscela tradizionale Tirolese per preparare i famosi Omini di Pampepato, profumati di cannella e anice stellato. Amatissimi da grandi e piccini sono facili e veloci da preparare. E per creare dei decori per l’albero di Natale originali potete fare un buchino nei biscotti prima di cuocerli ed una volta pronti passare nel foro un cordino colorato per appenderli all’albero…. sempre che non abbiate in casa cani o gatti golosi come i nostri…

L’origine di questi biscotti, parenti del Pain d’Epices Alsaziano, del Panforte Senese e di molti altri dolci simili, è antica come la storia dell’uomo. Ai tempi dei Romani si credeva che il miele fosse un dono degli dei e che potesse proteggere degli spiriti maligni, al punto che alcuni soldati portavano sempre un pezzo di dolce al miele con sè come amuleto! Il frollino come lo conosciamo oggi, tagliato con forme fantasiose e spesso decorato con glassa e cioccolato, pare sia stato inventato dai monaci tedeschi nel 13 secolo. Diventato comune in tutta la cucina dell’Europa centrale prende il nome di Lebkuchen e diventa dolce simbolo del Natale. Ancora oggi nella zona di Norimberga, nei primi giorni di Dicembre, compaiono nelle strade di paesi e villaggi i Krampus, creature maligne e mostruose, diavoli, che vagano alla ricerca di chi è stato cattivo durante l’anno e deve essere punito. Ma insieme a loro c’è San Nicola che porta pace, benedizioni e dolci decorati da regalare ai bambini buoni. Nessuno conosce le vere origini di queste creature spaventose…si crede siano un retaggio dei Celti assorbito poi dal Cristianesimo come simbolo del male e del buio ed successivamente affiancati ad un santo, portatore di luce e speranza…
Ma forse i bambini sono più interessati a mangiare la casetta di Pampepato di Hansel e Gretel…INGREDIENTI: anice stellato, cannella, garofano, cardamomo, coriandolo, noce moscata.

grammatura

50g, 100g