Conosciuta anche come Erba Zingara e con il nome tedesco “Brotklee” è in realtà la Trigonella Caerulea, da non confondersi con la sua parente, la Trigonella Foenum Graecum o Fieno Greco comune. Questa particolare varietà è poco conosciuta al di fuori della Svizzera, dove utilizzano i semi per aromatizzare i formaggi, e dell’Alto Adige dove le foglie vengono tagliate e fatte essiccare per poi macinarle finemente e metterle nell’impasto del pane tipico delle valli Venosta ed Isarco. Ha profumo di fieno, dolce ed aromatico ed il particolare sapore che conferisce all’impasto delle pagnotte Venostane non e’ sostituibile con nessun altro aroma. Lo si ritrova anche nella cucina Georgiana, dove utilizzano i semi per preparare svariati piatti ed occasionalmente come ingrediente della miscela di spezie chiamata Kmeli Suneli.

TRIGONELLA CAERULEA: Pianta annuale della famiglia delle Fabaceae, è una leguminosa che raggiunge al massimo i 60 cm di altezza, con delicati fiori azzurrini. La fioritura avviene fra Aprile e Maggio e la pianta, rustica e resistente si adatta bene alla coltivazione nei pascoli di montagna. Nel dialetto tipico Altoatesino viene chiamata Erba Zingara pare perchè fossero stati proprio gli zingari nel loro vagabondare a portare la pianta nel paese, mentre era già ampiamente conosciuta in Georgia dove si utilizzano soprattutto i piccoli semi. Rimane misteriosa la precisa origine geografica della pianta ma sembra fosse già conosciuta ed utilizzata ai tempi dell’antica Roma.

UTILIZZO: esistono innumerevoli ricette per preparare il pane di segale, scuro e profumato. Si può aggiungere nell’impasto solo trigonella oppure arricchirlo che altri semi per un composto più sostanzioso, a voi la scelta.

grammatura

100g