Questa miscela di spezie ci ha incuriosito perchè dalle nostre parti la lingua salmistrata non si fà…non è proprio usanza, anche se è ingrediente fisso del carrello del bollito…ma molti clienti in altre parti d’Italia ce ne parlavano e così ci siamo documentati. Pare che si tratti di una ricetta molto vecchia, di quando non si buttava proprio via niente della bestia. E’ una tradizione in uso sopratutto in Veneto e zone limitrofe ed esistono moltissime varianti della ricetta, addirittura ne parlava anche Pellegrino Artusi. Il concetto è comunque quello di far marinare la lingua con salnitro e spezie per diversi giorni. Poi si fa cuocere dolcemente ed una volta pronta si taglia a fettine sottili sottili, come un salume. Si può utilizzare in molte ricette o semplicemente si può servirla accompagnata con salsine gustose…un’idea diversa per una cena speciale.
INGREDINTI: coriandolo, ginepro, pepe nero, cannella, alloro, noci moscate, garofano

grammatura

50g, 100g